Ventata positiva per Safilo

Safilo ha archiviato i primi 9 mesi 2019 con le vendite nette delle attività in continuità pari a 708,7 milioni di euro, in crescita del 5,2% a cambi correnti e del 2,7% a cambi costanti.
La performance è stata positivamente influenzata dalla crescita del 3,2% del mercato europeo, e dal recupero dei principali mercati emergenti, particolarmente significativo in Asia e Pacifico, in progressione del 22,5%. È diminuito del 2,0% a cambi costanti il fatturato in Nord America.

I ricavi wholesale sono risultati in crescita del 6,4% a cambi correnti e del 3,7% a cambi costanti, con l’Europa in miglioramento del 5,6%.

Nel 3° trimestre 2019 le vendite nette delle attività in continuità sono state pari a 212,8 milioni di euro, in crescita del 2,2% a cambi correnti e sostanzialmente in linea con l’anno precedente a cambi costanti (+0,1%).

La performance trimestrale della top line è stata influenzata dalla prevista diminuzione, a partire dalla seconda parte dell’anno, del business relativo all’accordo di produzione con Kering, mentre i ricavi wholesale hanno registrato una crescita del 5,2% a cambi correnti e del 2,8% a cambi costanti.
Tale risultato è stato determinato da una crescita a doppia cifra dei ricavi nel mercato europeo, nonché dalla crescita a doppia cifra dei principali canali di vendita dell’area asiatica così come dei principali mercati dell’America Latina. Il business in Nord America ha invece registrato un calo del 7,7% a cambi costanti, dovuto principalmente al progressivo consolidamento di tutte le attività logistiche nordamericane presso il nuovo magazzino di Denver, uno start-up che ha temporaneamente influenzato la performance del prodotto sportivo Smith.

La performance trimestrale ha infine confermato la buona fase di crescita dei marchi Carrera e Polaroid e l’andamento positivo dei principali marchi in licenza.

Angelo Trocchia, Amministratore Delegato di Safilo, ha commentato i risultati con queste parole: “Nel terzo trimestre dell’anno abbiamo continuato a migliorare i nostri risultati, lavorando con determinazione a quelle priorità volte a valorizzare i nostri asset aziendali, e in particolare il potenziamento delle nostre competenze commerciali e l’arricchimento della nostra agenda digitale, due aree nelle quali la nostra strategia è focalizzata sul cliente e sulla continua e sempre più stretta connessione con il consumatore finale. Nel contempo, abbiamo fatto progressi anche con le azioni per migliorare l’efficienza dei nostri processi produttivi nonché delle nostre strutture di costi generali.

Il trimestre ha portato risultati significativi, con il rinnovo di due partnership strategiche, quali la licenza dei marchi Boss e Hugo e l’accordo di produzione con Kering Eyewear, e la preparazione del lancio delle nostre due licenze David Beckham, Levis e Missoni.
In un contesto di business e di mercato complesso, nel quale progettiamo lo sviluppo della nostra top e bottom line per il medio e lungo termine, il trimestre è l’ulteriore conferma della bontà del percorso intrapreso, sia in termini di top line, con i ricavi del nostro business wholesale in miglioramento del 2,8% a cambi costanti, sia sul fronte reddituale, con l’EBITDA adjusted2 a 9,7 milioni di euro. Guardiamo all’anno in corso come a un anno di transizione che pone le fondamenta per affrontare le sfide che ci attendono e cogliere ogni futura opportunità”.

Top