Una moda così digitale non si era mai vista

Gli ultimi giorni della Milan Fashion Week sono stati stravolti dal Coronavirus. Lo scettro è poi passato a Parigi, dove sta sfilando la moda autunno inverno 2020/2021, che si concluderà martedì 2 marzo.

In calendario 71 sfilate e 25 presentazioni, anch’esse messe in crisi dall’emergenza sanitaria del Coronavirus. Se le sfilate dei big, da Dior e Saint Laurent, Celine a Louis Vuitton, a Balmain… non hanno subito cambiamenti, sei designer cinesi hanno dovuto annullare gli eventi in programma a causa dell’epidemia: Masha Ma, Jarel Zhang, Maison Mai, Calvin Luo, Shiatzy Chen e Uma Wang (che ha optato per una presentazione).

Proprio per venire incontro a questi stilisti, la Fédération de la Haute Couture et de la Mode, l’organo di governo della moda francese, ha creato un’iniziativa simile a China We are with You, la piattaforma digitale sperimentata in Italia dalla MFW e dalla realizzata da Camera Nazionale della Moda Italiana. China We are with You ha garantito in sette giorni la copertura video di 54 sfilate, la realizzazione di settanta filmati, visualizzati da più di 400 milioni di utenti sulle principali piattaforme web cinesi.

Anche MIDO, in attesa della 50^ edizione che si terrà dal 5 al 7 luglio prossimo, ha realizzato la piattaforma digitale MIDO4U (accessibile a tutti i visitatori registrati a Mido 2020): collegandosi al sito www.mido4u.com, le aziende possono caricare le collezioni e dare la possibilità ai buyers di visualizzare i prodotti e prendere direttamente contatto con gli espositori. La piattaforma sarà aperta ai visitatori a partire da martedì 3 marzo e fino a venerdì 3 luglio.

Una moda così digitale non si era mai vista!


Top