MIDO Eyewear Show: mancano 30 giorni all’inaugurazione della “Golden Edition”

Un’edizione straordinaria e ricca di novità per il più grande evento mondiale dedicato all’occhialeria

Mancano 30 giorni esatti all’inaugurazione della 50esima edizione di MIDO, ribattezzata “The Golden Edition”, in programma dal 29 febbraio al 2 marzo a Rho Fiera Milano. Sarà un anno speciale e indimenticabile per gli espositori, i media e i visitatori che prenderanno parte all’evento: appuntamenti con ospiti d’eccezione, premiazioni, riconoscimenti e anteprime che renderanno unica l’edizione 2020.

Dopo la conferenza stampa di venerdì 28 febbraio alle ore 11 presso lo Spazio Gessi di Milano, MIDO 2020 aprirà i battenti sabato 29 febbraio alle ore 9.00. Dalle 18.30 inizierà una serata aperta a tutti, all’interno della manifestazione, il cui programma dettagliato sarà svelato nelle prossime settimane. Sarà l’occasione per ripercorrere e celebrare la storia, da quel lontano 1970 quando a MIDO parteciparono 95 aziende distribuite in 3mila metri quadrati di spazio espositivo. Oggi gli espositori sono diventati più di 1.320 distribuiti in 7 padiglioni e rappresentativi di 70 paesi nel mondo. Si tratta di un patrimonio di leadership costruito nel tempo, che non ha conosciuto battute d’arresto e che solo negli ultimi 5 anni ha visto un incremento del 20% degli operatori e delle visite, arrivate nell’ultima edizione a quasi 60mila.

L’apertura della serata è stata affidata al sociologo Francesco Morace che, con la presentazione “Dalla vista alla visione”, disegnerà il futuro degli occhiali attraverso una lente speciale, quella degli ultimi 50 anni. Un excursus storico di come è cambiato l’occhiale come oggetto sociale e di costume e di come evolverà nei prossimi anni. Nel corso della serata saranno poi consegnati alcuni premi che celebreranno il passato e il futuro di MIDO e dell’occhialeria, tra cui il riconoscimento alle aziende che hanno partecipato a tutte le 50 edizioni e ai Past President, i premi Stand up for Green Award destinato allo stand con l’allestimento più sostenibile e il Bestore, dedicato ai migliori centri ottici del mondo.

“In questa edizione speciale avremo la possibilità di raccontare, attraverso i 50 anni di MIDO, la storia unica e straordinaria di un oggetto, l’occhiale, che è diventato parte integrante della nostra vita, del costume e dell’economia internazionale – commenta Giovanni Vitaloni, Presidente di MIDO e ANFAO. Dai ruggenti anni ’60 e ’70 agli opulenti anni ’80, quando la moda e il design entrano nel mondo dell’occhialeria, per arrivare agli ultimi decenni, dove le tecnologie sono diventate sempre più avanzate e all’avanguardia ed è diventato di primaria importanza selezionare il prodotto in base alla qualità, alla bellezza e al brand con una sempre maggiore consapevolezza dei criteri estetici e funzionali”.

Tra le novità della cinquantesima edizione, inoltre, due libri che celebrano, in modo diverso, questo importante traguardo: la “Storia dell’ottica” di Silvio Maffioletti e Sergio Cappa, che ripercorre la storia dell’ottica dal 1300 al 1970 e che sarà protagonista anche di un appuntamento dedicato nello spazio dell’Otticlub, un’opera scientifica mai realizzata prima, di fondamentale importanza per il settore, e “Una storia da vedere” di Adriano Moraglio, che partendo proprio dal 1970 racconta MIDO attraverso le vicende personali e professionali di tre generazioni di ottici, intrecciando finzione e realtà.

I grandi protagonisti della fiera restano comunque gli occhiali e la filiera dell’eyewear globale: dai macchinari agli accessori, passando dalle lenti alle montature. Confermati infatti tutti i 7 padiglioni di Rho Fiera suddivisi nelle aree Fashion District, Lenses, Design Lab, More!, Lab Academy, FAiR East e Tech. Saranno numerosi anche i momenti di approfondimento dedicati al settore nello spazio OttiClub, che quest’anno insieme ad alcuni appuntamenti consolidati, come le tendenze realizzate da WGSN, presenta alcune novità interessanti: la nuova ricerca commissionata da MIDO insieme a SILMO e un’edizione particolare di MIDO Outlook, l’osservatorio che coinvolge migliaia di player italiani e stranieri, che, partendo dai maggiori cambiamenti che hanno caratterizzato gli ultimi 50 anni, stavolta è improntato a indagare quali saranno i futuri sviluppi del mercato.

Rinnovata infine la vocazione digitale di MIDO con una presenza costante sui profili social della manifestazione Instagram (@mido_exhibition), Facebook (@MIDOExhibition), Twitter (@MIDOExhibition) e Linkedin, e attraverso gli hashtag #MIDO2020 #anniversaryofwonder e #livethewonder. Per prepararsi al più grande evento internazionale dedicato al settore dell’eyewear è disponibile la rinnovata APP, progettata per garantire un’esperienza completa della fiera. La meraviglia di MIDO sarà poi trasmessa live sulla MIDOTV, il canale video della manifestazione, che prevede un palinsesto non stop per tutti e tre i giorni di fiera con interviste a personaggi, espositori, ottici e appassionati del settore. I contenuti della TV saranno fruibili immediatamente grazie ad un canale in live streaming visibile da 3 postazioni dedicate in fiera, dal canale YouTube di MIDO e naturalmente dalla MIDO APP.


Top