Con il progetto “Occhio al BIO!” Certottica individuerà i prodotti bio-based.

Sempre maggior attenzione all’ecosostenibilità, uno dei capisaldi delle aziende del futuro: Certottica, in partenariato con l’Università di Trento – DICAM (Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica), ha presentato e vinto il progetto “Occhio al BIO”, uno studio volto a definire un metodo rapido e a basso costo di certificazione per i prodotti ottici bio-based (montature e lenti di origine biologica).

L’istituto di Longarone, in veste di partner, è risultato vincitore del bando “Ricerca & Sviluppo” promosso da Fondazione Cariverona in partnership con Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.

Obiettivo del bando è sostenere progetti innovativi di ricerca che, finalizzati al miglioramento di processi, prodotti o servizi del sistema economico e produttivo, possano generare ricadute positive ed incisive per lo sviluppo dei territori di riferimento delle Fondazioni partner.

I dettagli del progetto

Ad oggi, nel settore dell’occhialeria, sono pochissime le aziende che producono linee di prodotti “Bio-Based”. Questo perché, in questo settore, non esiste una norma specifica che definisca un percorso certificativo per discriminare tra prodotti “Bio-Based” e non.

Oltre a questo obiettivo, il progetto prevede di studiare una simbologia che aiuti i consumatori a distinguere i materiali “Bio-Based” e a definire dei percorsi corretti di smaltimento, in un’ottica di riciclo e di rispetto dell’ambiente.

L’Università di Trento – DICAM (Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica) si è vista assegnare un contributo di 96.000 euro a copertura delle spese per un ricercatore post-doc che verrà ospitato nei laboratori di Certottica da gennaio 2021, quando verrà dato avvio al progetto.

Certottica e l’Università di Trento lavoreranno a stretto contatto con le aziende del Distretto dell’Occhiale, mettendo in campo le rispettive competenze, in ambito di certificazione e di materiali.

Occhio al BIO! è in linea con le nuove politiche ambientali Europee e con l’Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030.

Per qualsiasi informazione contattare l’Area Ricerca ed Europrogettazione di Certottica allo 0437/573157.


Top