Domenico De Sole e Tom Ford lasciano Gucci

Gucci Group NV e Pinault-Printemps-Redoute hanno annunciato che Domenico De Sole, Presidente e Amministratore Delegato di Gucci Group, e Tom Ford, Direttore Creativo di Gucci Group e dei marchi Gucci e Yves Saint Laurent, hanno informato il Supervisory Board di Gucci Group che non intendono estendere i loro contratti oltre la prevista scadenza del 2004.

La decisione segue diversi mesi di negoziati in vista di tale scadenza e della preannunciata offerta di acquisto, da completarsi nell’aprile 2004, da parte di Pinault-Printemps-Redoute sulle azioni Gucci non ancora detenute a un prezzo di 85,52 dollari per azione. Malgrado l’impegno delle parti coinvolte, non è stato possibile raggiungere un accordo soddisfacente per tutti e le parti hanno quindi convenuto che il compimento dell’offerta di acquisto e la scadenza dei contratti rappresentino il momento giusto per l’insediamento di un nuovo senior management.

Domenico De Sole e Tom Ford hanno confermato il loro impegno a rimanere nelle rispettive posizioni fino al 30 aprile 2004 al fine di assicurare il successo delle prossime collezioni e un agevole passaggio di consegne. I membri indipendenti del Supervisory Board continueranno a loro volta a sedere nel Board fino a tale data. Il Supervisory Board di Gucci Group ha insediato un Comitato presieduto da Serge Weinberg, Chairman del Management Board di Pinault-Printemps-Redoute, e composto da Adrian Bellamy, Chairman del Supervisory Board di Gucci Group, e François Henri Pinault, Presidente di Artemis, con l’incarico di identificare i successori di De Sole e Ford.

‘I membri del Supervisory Board e io abbiamo un enorme debito di riconoscenza nei confronti di Domenico e Tom’, ha dichiarato Adrian Bellamy. ‘Ovviamente siamo dispiaciuti della loro decisione, ma ne comprendiamo i motivi. Occorrono intuito, disciplina e un talento eccezionale per competere, eccellere e rimanere ai vertici di questo business, come è avvenuto nel caso di Domenico e Tom. Domenico ha gestito la società con scrupolosità, mantenendo sempre il giusto equilibrio tra la dedizione dovuta agli azionisti e quella verso i colleghi. L’eccezionale talento creativo e l’acume imprenditoriale di Tom gli hanno valso il rispetto di tutto il settore. La loro è stata la classica partnership nell’industria della moda: ne sentiremo profondamente la mancanza. A nome dell’intero Supervisory Board, auguriamo loro il meglio’.

Domenico De Sole‘Gucci’, ha dichiarato Domenico De Sole, ‘è stato uno dei grandi amori della mia vita e i miei anni trascorsi con la società sono stati un viaggio fantastico. Desidero ringraziare Tom, il cui genio creativo ha reso possibile i nostri successi, così come i nostri straordinari colleghi di tutto il mondo. Grazie alla loro capacità e devozione, siamo stati in grado di trasformare la piccola società in difficoltà di cui sono entrato a far parte nel 1984 in una potenza mondiale del lusso e così facendo abbiamo potuto creare valore per tutti i nostri stakeholder. Uno speciale ringraziamento va a Adrian Bellamy e agli altri membri del Supervisory Board, la cui saggezza e il cui supporto costante sono stati di fondamentale importanza in più di un’occasione. Fino alla mia uscita dal Gruppo continuerò a dedicare le mie energie alla nostra società, le cui prospettive, a nostro giudizio, non sono mai state tanto promettenti. Ho fiducia nel fatto che chi ci succederà continuerà a costruire sulle solide fondamenta che lasceremo’.

Tom Ford‘È con grande tristezza che guardo al mio futuro senza Gucci Group’, ha dichiarato Tom Ford. ‘Negli ultimi 13 anni, questa società è stata la mia vita. Stiamo lasciando uno dei team più forti del settore e farò del mio meglio nel tempo che mi rimane all’interno della società per assicurare il futuro successo del Gruppo. Non potrei essere più orgoglioso del nostro lavoro in Gucci o dell’eccezionale team di colleghi che hanno contribuito con ben di più che il loro duro lavoro: hanno dato il cuore nella nostra ricerca dell’eccellenza. Sono riconoscente per aver potuto condividere la gioia del successo con un gruppo di persone così fantastiche. Vorrei ringraziare Domenico per la sua straordinaria leadership, il suo costante sostegno e la sua amicizia. Vorrei anche ringraziare i membri del Supervisory Board e l’intero staff di Gucci Group per i loro sforzi e il loro impegno’.

Top